L'anfiteatro di Pompei è uno dei più antichi e meglio conservati anfiteatri al mondo. Poteva contenere 20.000 spettatori che ammiravano gli spettacoli dei gladiatori.

Si trova a circa 6 metri di profondità con una larghezza di 104 metri e una lunghezza di 135 metri.

La struttura dell'anfiteatro

Esternamente l'edificio era costituito da due ordini: quello inferiore con archi ciechi e quello superiore con archi a tutto sesto. Tra i due si trova l'ambulacro.

Le gradinate superiori veninvano raggiunte attraverso due grandi scalinate. L'accesso all'anfiteatro avveniva tramite una galleria con quattro ingressi, due dei quali permettevano di accedere direttamente all'arena.

È probabile che le alte cariche utilizzavano un accesso privilegiato per i palchi d'onore diviso dal resto della platea da una muratura.

La cavea era divisa in tre zone: una destinata alle persone di spicco, una per il popolo e una per le donne.

Gli animali che partecipavano ai giochi gladiatori accedevano all'arena mediante un piccolo varco.

Nei mesi invernali e nel periodo più caldo l'anfiteatro non veninva utilizzato; mentre durante l'estate veniva sistemato un velario scuro di lino in cima alle gradinate.

Dove si trova l'anfiteatro di Pompei?

L'anfiteatro venne costruito nella zona sud orientale della città sia perché l'area era disabitata e quindi il via vai degli spettatori non intralciavano la vita quotidiana degli abitanti sia per contenere le spese in quanto venne sfruttato il terrapieno esistente su un lato e venne costruito artificialmente solo l'altra parte.

Nei pressi dell'anfiteatro si trovano Casa del Menandro e l'Orto dei fuggiaschi.

Prenota la visita