Gli scavi archeologici di Pompei sono una delle migliori testimonianze della vita di oltre due millenni fa che possiamo visitare.

Nel 79 d.C. in seguito all'eruzione del Vesuvio furono distrutte, sepolte da ceneri e lapilli le città di Pompei, Ercolano, Stabia e Oplonti.

A partire dalla fine del XVI secolo furono rinvenuti reperti archeologici dell'antica città di Pompei che è rimasta pressoché intatta.
Durante il regno di Carlo III di Spagna iniziarono iniziarono gli scavi che permisero di conoscere meglio gli usi, i costumi, le abitudini alimentari e l'arte della vita di oltre due millenni fa.
Alcuni dei reperti recuperati (oltre a semplici suppellettili di uso quotidiano anche affreschi, mosaici e statue) sono conservati nel museo archeologico nazionale di Napoli, ed in piccola quantità anche nell'Antiquarium di Pompei.

Scavi di Pompei

Dal 1997, Pompei insieme ad Ercolano ed Oplonti, sono entrate a far parte della lista dei patrimoni dell'umanità dell'UNESCO.

Il sito archeologico di Pompei ospita più di tre milioni di visitatori all'anno, terzo sito museale più visitato d'Italia.
Per questo motivo consigliamo l'acquisto dei biglietti online per evitare le lunghe attese e godersi una visita più lunga.

Prenota la visita